sabato 27 agosto 2016

mi sento svenire

che fa una mamma in macchina verso il mare un venerdì pomeriggio di fine agosto quando riceve su whatsapp il seguente messaggio della figlia, impegnata a Londra nella lezione finale del corso di Filmaking, "mi sento svenire"? S'improvvisa medico a distanza: che ti fa male, hai la febbre (e lei risponde, credo sia a 40, brucio), prenditi qualcosa (non ho niente con me), chiedi ai compagni di corso, alla segretaria... Poi alle cinque il corso finisce e la moribonda torna a casa con la metropolitana dal fidanzato che l'ha raggiunta per l'ultimo week end londinese e la sera è tutta serena e si preoccupa di cosa mangerà a Roma domenica sera per festeggiare il suo rientro... Dopo quasi ventun anni dovrei conoscerla la figlia, l'essere femminile più ipocondriaco al mondo, e invece ci casco sempre e lascio che mi si stringa il cuore al pensiero dei suoi malori (e cattivi umori: ieri era in pieno disfattismo, si lamentava di aver buttato le sue vacanze, come se Paros, Santorini, Sperlonga e Londra fossero le mete più tristanzuole al mondo). Quando è felice sprizza felicità, ma quando le gira male la figlia è davvero terribile. Il fidanzato: un santo.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Beh intanto non ti annoi: a proposito che cosa vuole per cena?