domenica 25 settembre 2016

le domande di Ada

al mare con clima ancora estivo insieme a Elena e Michele, e a Eleonora e Giorgio con la loro bambina, Ada. Nove anni, una voce acuta, un'energia travolgente e soprattutto una grandissima curiosità nei confronti degli adulti. Ai miei figli da piccoli le dinamiche dei grandi non interessavano per nulla e anche io, da bambina, mi sentivo su un altro pianeta, e non li scrutavo se non nel tentativo di sottrarmi alla loro attenzione. Ada no, Ada, figlia unica con genitori non molto giovani, con i grandi ci sguazza e non ha nessun timore reverenziale. Per prima cosa le piace avere il quadro delle relazioni amorose, lui è tuo marito, ha chiesto a Elena (e quando lei ha risposto magari, e chiedi la stessa cosa a Michele, Ada si è inorgoglita di aver toccato un punto sensibile). A mio marito ha chiesto se avesse cinquantotto anni (aveva capito in un istante la sua delicata relazione con gli anni che passano?). A me, che sono poco amante del contatto fisico, mi si è spalmata addosso con la scusa della paura dei pesci. Più che una bambina Ada sembra un folletto: compare dove non te l'aspetti, ti trascina a suo piacimento e ti legge dentro come se fossi un libro aperto.

Nessun commento: