lunedì 12 settembre 2016

tutti scontenti

torno in Dear carica di interviste: se potessi le metterei tutte subito on line, ma prima devo riascoltare tradurre e sottotitolare quelle in inglese che sono la maggioranza. Il mio entusiasmo post mantovano si scontra subito con l'aria depressa che tira intorno a me. Chi è tornato da una settimana di ferie ha l'aria del condannato al patibolo, chi è rimasto qui non sta molto meglio. Mi concentro sul mio lavoro, mantengo la tabella di marcia. Squilla il telefono, è un'ex collega di Milano, mi cerca per lamentarsi di tutto e di tutti. Quasi quasi mollo tutto e vado a fare l'assistente di Simonetta nei suoi gruppi di lettura in biblioteca. Non ho mai visto facce così felici come quelle delle ragazzine a cui lei trasmette la sua passione per i libri.

Nessun commento: