domenica 9 ottobre 2016

in aeroporto

al momento dell'imbarco sul tabellone è comparso l'avviso di tre ore di ritardo. E dire che per poter prendere il volo delle due e mezza eravamo usciti di corsa dalla splendida  Gemälde Galerie. È il primo intoppo in un viaggio che ha funzionato molto bene: grandi camminate (abbiamo girato Berlino in lungo e in largo senza risparmiare le forze), grandi mangiate (due ristoranti tedeschi e uno turco), grandi chiacchiere e grande felicità di papà, che si è sentito molto ben circondato. I quattro ragazzi si sono divertiti e non ci hanno snobbato troppo, potendo contare sulle serate tutte per loro. Ora prevalgono la voglia di salire sull'aereo cancellato e la paura che il ritardo possa ancora aumentare.

Nessun commento: