domenica 6 novembre 2016

il ritorno della quiete?

domenica in famiglia: come in passato, in onore di Tommaso, il nipote svizzero, a pranzo convochiamo il nonno, Virginia e zia Giovanna. Si mangia da noi con papà che racconta barzellette e i ragazzi che si distraggono o non le capiscono (allora lui passa alla vita vissuta e racconta i suoi problemi con il tango e la macchina, e non è che in questa nuova versione loro gli diano molta più retta, gioventù ingrata). Il marito insolitamente disteso si concentra sulla sua nuova macchina per friggere senza olio (in pratica rinsecchisce i vegetali e li rende croccanti: buoni soltanto appena usciti da lì). Lo spettacolo a tavola è Tommaso e la sua capacità di ingurgitare quantità spaventose di cibo. Fuori piove forte ed è un sollievo non dover uscire di casa. Tutto questo calore all'improvviso: sarà l'effetto Mantova? Se non fossero così scomodi i treni, ci andrei più spesso.

Nessun commento: