martedì 14 marzo 2017

a Roma Tre

quando Sara mi ha scritto, vieni da me all'università, c'è Jumpa Lahiri che parla di Hemingway, non ci ho pensato un minuto ad aderire alla sua proposta. Tanto era l'entusiasmo che non mi sono resa conto che l'invito era per martedì 21, non per oggi. Mi sarei presentata lì puntuale stamattina alle nove e mezza se non avessi mandato una mail di conferma a Sara, che ha prontamente notato il mio errore. Leggo, leggo e non so più cosa faccio. E sto solo preparandomi per Libri Come, una cosetta romana, alla buona. A Milano ci saranno seicento scrittori, è la volta buona che esco pazza.

Nessun commento: