venerdì 3 marzo 2017

con Roan


mi sveglio pensando, chi me lo fa fare a leggere come una bulimica e a incastrare interviste su interviste, poi nel pomeriggio bussa alla porta Roan Johnson, il regista di Piuma (un film molto divertente, molto intelligente: come ho fatto a perderlo al cinema?), parliamo del suo romanzo sulla depressione, mi racconta le sue preoccupazioni sul figlio treenne, su sua madre non troppo contenta di ritrovarsi dentro un romanzo. Mezz’ora di chiacchiere fitte; se ne va, monto l’intervista, scelgo due foto. Chi me lo fa fare? È il lavoro più bello del mondo. (Forse potrei frenare l’istinto bulimico, arraffo ogni libro, se dosassi meglio le forze eviterei pensieri funesti.)

Nessun commento: