lunedì 22 maggio 2017

meno uno

alla figlia manca solo un esame per laurearsi (la tesi, che all'epoca mia richiedeva un sacco di tempo e di impegno, ormai è ridotta a una tesina, venti paginette scopiazzate su Netflix e si toglie il pensiero). Ci ha messo tre anni esatti, è stata bravissima. Il 4 settembre ricomincia a Milano, la Bocconi l'ha presa. Sono così orgogliosa della mia apparentemente svagata figlietta: quando si mette in testa un obiettivo lo raggiunge e non ha le mie crisi d'inadeguatezza, procede spedita nella vita senza scordarsi di godersela il più possibile. Come ho fatto a farla venir su così bene?

1 commento:

Anonimo ha detto...

Più che evidente che sei stata un esempio di forza molto più solido di quanto non ti renda conto.