mercoledì 24 maggio 2017

semi crollo

forse sto chiedendo troppo a me stessa. Dopo il terzo giorno passato a tradurre, scrivere, inserire video, mi sono ritrovata alle cinque piena di brividi, con il naso che colava, mal di testa e mal di pancia. Sarà stato il cinema di ieri? La sua aria condizionata o il film molto scarso con una Shirley MacLaine mezza mummificata e una querula bambina nera? Sarà l'accumularsi di nuove interviste con libri che devo divorare in poche ore? Sono tornata a casa, mi sono presa una tachipirina e mezza e sono scivolata sotto le lenzuola. Dopo un'ora sono riemersa per mangiare, con i figli che mi guardavano come una bestia rara. Sto sempre bene e secondo loro così devo stare. Ho finito di leggere Maria accanto. Domani alle dieci devo andare a intervistare la sindaca di Sestri Levante che va a Montecitorio. Sarebbe saggio prima saltare la palestra.

Nessun commento: