sabato 17 giugno 2017

Cortile nostalgia

la seconda metà della storia italiana del Novecento vista attraverso una famiglia palermitana: non una famiglia calda, numerosa, accogliente, ma una famiglia striminzita (padre, madre, figlia), che vive divisa per molto tempo (padre carabiniere a Roma, madre e figlia da sole e incapaci di comunicare tra loro a Palermo), questo in sintesi Cortile Nostalgia, il nuovo romanzo di Giuseppina Torregrossa, uscito da Rizzoli. Mario ha perso i genitori nel bombardamento del 1943, lo ha cresciuto la zia Ninetta, ma quando lui ha compiuto tredici anni è sparita con un amante. Nel quartiere dell'Albergheria o si finisce sbirri o mafiosi: i due amici di Mario scelgono la seconda via, lui la prima perché non ha inclinazione alla prepotenza. Un giorno incontra al mercato la sedicenne Melina, le parla, e poco dopo la sposa, prima di partire per Roma. Quella tra Mario e Melina è una storia d'amore mancata perché entrambi sono cresciuti senza affetti solidi, senza tenerezza; non riescono a comunicarsi i loro desideri e la distanza fisica non li aiuta a conoscersi. Durante la prima licenza del marito, Melina resta incinta e al momento del parto è sola in casa con la levatrice. Con sua figlia Maruzza manterrà sempre un atteggiamento freddo, tanto che la bambina ricorderà con piacere la notte del terremoto per il trasporto con cui è stata abbracciata dalla madre. A Roma, Mario è triste e spaesato; il prete lo raccomanda ad Aldo Moro, e il periodo passato accanto a lui sarà il migliore per il carabiniere lontano dalla sua famiglia. Rientrato a Palermo, Mario fatica a sopportare il carattere chiuso di Melina e la ribellione di Maruzza, che ha amiche femministe, vuole mettersi gli stivali e la minigonna, e baciare chi le pare. A salvare questo nucleo familiare dalla sua cupezza sono i nuovi abitanti del quartiere, gli immigrati, e in particolare Mamma Africa, che cucina, ascolta, capisce. Un romanzo sulla solitudine e sul cambiamento, un affresco geografico e storico originale e suggestivo.

Nessun commento: