venerdì 23 febbraio 2018

Dove sei stata


in Dove sei stata (in uscita da Rizzoli) Giusi Marchetta mette in scena Mario, un avvocato trentenne che da Torino torna alla Reggia di Caserta in cui è cresciuto. Mario è figlio del burbero Capitano, uno dei custodi della Reggia, e la sua infanzia si è svolta tutta dentro il perimetro del parco, tra gli scatenati giochi con i coetanei e le fantasticherie sulle statue di soggetto mitologico sparse nei giardini. Il Capitano settantenne è caduto e Mario è venuto a vedere come sta, vincendo la ritrosia nei confronti del luogo da cui sua madre Anna è fuggita senza farsi più sentire da lui. La trama del libro segue due filoni principali: da un lato la ricerca del protagonista delle ragioni del gesto materno, dall’altro la sua battaglia a favore di Gianluca, un ragazzino il cui padre, un boss locale, è stato arrestato con l’accusa di aver ucciso sua moglie. La figura chiave è suor Marta, un tempo la migliore amica di Anna, ora impegnata a tutelare orfani e donne vittime di abusi. Promettendo a Mario rivelazioni su sua madre, la suora riesce a evitare che riparta subito e a farlo schierare con lei contro l’affido di Gianluca alla nonna paterna. Nel romanzo il parco è insieme prigione e rifugio, è un luogo dalle infinite suggestioni, e ritrovandolo il protagonista riuscirà a sciogliere i troppi nodi che si porta dentro. A Caserta, a Caserta.

Nessun commento: