martedì 20 marzo 2018

dare linfa al marito

finita l'intervista sul suo Perduto in paradiso, Umberto Pasti si avvia verso la porta e il suo sguardo si posa sulla pianta che mi ha regalato il marito. La loda e io mi faccio sfuggire che non l'ho affatto gradita. Interviene Isabella, che lo ha accompagnato. Dice nel suo modo flautato, non ti è piaciuta la pianta o non hai apprezzato il regalo? Nei due minuti successivi riassumo ai due visitatori gli ultimi tre-quattro anni della mia vita coniugale, la discontinuità del marito, le sue turbe lavorative ed esistenziali, la stanchezza che provo a stargli accanto nonostante tutto. Umberto prende a cuore la cosa: come fa per le specie vegetali in estinzione in Marocco, decide che bisogna dare nuova linfa al mio languente consorte. Cosa gli piace veramente, perché non lo incoraggi a coltivare una sua passione? Ristrutturare case, arredarle? Perfetto, se si dedica a quello che ama, riscoprirà anche te. Sul tema degli uomini e delle loro difficoltà psicologiche interviene anche Isabella. Un concentrato di chiacchiere (lui era atteso alla radio, saremo stati insieme non più di un quarto d'ora, registrazione compresa) che mi ha ridato il sorriso.

Nessun commento: