giovedì 29 marzo 2018

regressione

una settimana di vacanza per Pasqua, la bellezza di avere di nuovo la figlia per casa. Ma è come tornata ai suoi tredici anni: la sento che chiacchiera allegra al telefono, finisce, e con me cambia tono, diventa petulante o aggressiva. Che mi cucini? Andiamo al ristorante? Non c'è niente da mangiare in questa casa! Solo pasta, stasera avevo voglia di carne! E poi disordine ovunque, due dentifrici senza tappo sul lavandino, la strage dei miei collant, delle mie creme, di qualunque cosa  le capiti a tiro. Anche io ho vissuto a Milano, anche io tornavo a casa per le feste; non mi sognavo di riversare stanchezza e tensione su mia madre. L'adolescenza è una brutta bestia, soprattutto quella di ritorno.   

Nessun commento: