giovedì 24 maggio 2018

Ama il nemico tuo


Priscilla fa il magistrato a Roma; Alex il broker a Londra; Erik il medico in un campo profughi turco; il Mohicano il trafficante di droga in giro per il mondo: l’azione del romanzo di Daniele Autieri, Ama il nemico tuo, pubblicato da Rizzoli abbraccia con tecnica cinematografica paesi  e ambienti diversi, finendo per far incontrare i vari personaggi in un crescendo di tensione. Al centro la pianificazione di un attentato terroristico a San Pietro e le persone usate come pedine per favorirlo. Cosa unisce i quattro coetanei si scopre nella parte finale e le sorprese continuano fino all’ultima pagina. Autieri, giornalista di Repubblica e lettore di Faulkner (questo me l’ha detto a telecamera spenta, ma si capiva dallo stile del libro che l’autore è un lettore forte), esplora le connessioni criminali nel mondo globalizzato, collegando in modo molto credibile Isis e ‘ndrangheta, mostrando i lati oscuri di borghesi perfettamente inseriti nella società e concendendo lo status di eroe all’unico del quartetto che ha scelto di agire nel campo del male.  

Nessun commento: