venerdì 18 maggio 2018

con papà e Maddalena

ci eravamo dati appuntamento alle nove con papà; lui sempre in anticipo, alle otto e dieci è uscito di casa per venire a prendere me e Maddalena. Ha guidato lei e dopo un viaggio ultra liscio siamo arrivati al mare. Tempo bellissimo, acqua pulita, spiaggia semideserta. Una giornata di passeggiate sulla sabbia, breve bagno, e tante chiacchiere. C'è stato spazio per fragorose risate (di fronte alla tecnica inquisitoria con cui Maddalena cercava di estorcere a papà rivelazioni riguardo a sue presunte frequentazioni femminili) e per la commozione, quando stasera a tavola lui ha ricordato lo spaventoso viaggio a Indianapolis con mamma crollata a terra nel bagno dell'aeroporto e il tecnico della tac che qualche giorno dopo gli ha detto non ho mai visto un tumore al cervello così aggressivo. Mi sono riposata e ristorata. Mi raggiungerà domani il marito? Credo proprio di no: è stanco, non lo attira il mare e neppure il concentrato familiare. La nostra marcia di allontanamento continua.

Nessun commento: