domenica 10 giugno 2018

tutti a casa

gli esami li hanno quasi finiti e per una settimana i figli sono in vacanza; sabato la figlia torna a Milano e lunedì il figlio ha l'aereo per l'Olanda. La casa risuona della musica che li accompagna, il bagno è tappezzato di magliette e mutande, l'ingresso è ingombro di scarpe. Sono entrambi pallidi e magri, contenti dei risultati raggiunti, desiderosi di divertirsi e riprendere i contatti romani. Entrano e escono ad orari impossibili. Io ci ho messo un minuto a sprofondare nelle vecchie preoccupazioni sui loro spostamenti in questa infida città.

Nessun commento: